Come abbassare  il colesterolo in modo naturale con gli alimenti

Il primo rimedio efficace per abbassare il colesterlo è una migliore gestione del cibo che consumiamo ogni giorno iniziando dalla colazione fino alla cena. Gli alimenti consigliati da mettere in tavola sono: legumi, verdure, cereali. In particolare è bene mangiare i legumi 3-4 volte a settimana, 2-3 porzioni di verdura e 2 porzioni di frutta al giorno. Le verdure sono ricche di fibre e vitamine, broccoli, fagiolini, sedano, lattuga, cavolfiore, pomodori, peperoni, piselli, cetrioli ecc. sono tutte ricche di vitamine, minerali e antiossidanti. Fibre solubili presenti nei fagioli cotti, avena, mele pompelmo, aiutano a ridurre la colesterolemia, la fibra determina un minore assorbimento dei grassi e del colesterolo nell’intestino e ne aumentano l’eliminazione attraverso la bile. Anche il pane è da preferire quello integrale per il maggior contenuto di fibra, così come la pasta e il riso, orzo, farro. Il condimento da usare visto che i grassi saturi, di origine animale, presenti nella dieta aumentano il colesterolo, mentre quelli insaturi, di origine vegetale, possono abbassarla bisogna assolutamente evitare: lardo, burro, strutto. usare oli vegetali polinsaturi o monoinsaturi come l’olio di oliva extravergine, di semi tipo soia, girasole, arachidi, di riso. Grassi non sono solo quelli che usiamo per condire ma anche quelli contenuti nei cibi, formaggi, insaccati, uova , merendine, contengono un’elevata quantità di grassi e incidono negativamente sul livello del colesterolo; è indicato latte scremato, yogurt magro, formaggi magri tipo crescenza, ricotta, fiocchi di latte. Pesce prezioso per il suo contenuto di omega3, in particolare quello azzurro, che apportano un grande beneficio lipidico al profilo delle persone (pesce che contiene omega3: salmone, sardine, sgombro, arringhe). E’ indicato un consumo 2-3 volte alla settimana, fatta eccezione per molluschi e crostacei. La carne sia bianca che rossa può essere consumata ma deve essere un taglio magro e privato del grasso visibile; il pollame deve essere mangiato senza pelle. Per cucinare preferire le cotture senza grassi, vapore, microonde, bollitura. Alimenti da dimenticare: pancetta, wurstel e tutti i salumi, burro, lardo, panna, oli vegetali tipo palma, cocco, cervella, fegato.
Pasta all’uovo, prodotti da forno contenenti uova, si possono consumare uova due volte a settimana, contando anche quelle contenute nei prodotti. Latte condensato o intero, formaggi grassi stagionati tipo pecorino, provolone, mascarpone, yogurt intero. Frutta esotica noci di cocco, avocado. Bevande alcoliche. L’alimentazione da sola però non basta, bisogna cambiare stile di vita gli esperti consigliano: fare attività fisica nell’ambito dello sport aerobico: ballo, nuoto, pallavolo, calcio, camminata veloce, salire le scale, usare l’auto il meno possibile, fare movimento aumenta il colesterolo “buono” a discapito di quello “cattivo”. Non fumare, il fumo oltre che danneggiare le arterie abbassa i livelli del colesterolo “buono”. Tenete sotto controllo lo stress, il legame tra un eccesso di stress e colesterolo è stato dimostrato, quindi prendetevi il vostro tempo per lasciarvi andare, meditare, rilassarsi, o qualunque cosa vi aiuti a tenere a stare bene. Cercare di eliminare tutti i kili in eccesso sopratutto il giro vita portando i valori inferiori a 88 per le donne e a 102 per gli uomini. Quando le misure dietetiche e uno stile di vita salutare non bastano il ricorso ai farmaci è inevitabile.

Come abbassare il colesterolo con erbe e piante in modo naturale

Anche la natura ci viene in aiuto quando i livelli del colesterolo sono enevati mettendo a nostra disposizione alimenti e piante medicinali per porvi rimedio. I fitosteroli, aiutano ad abbassare il colesterolo in modo naturale, sono contenuti in tutte le erbe amare, quando i grassi in eccesso sono dovuti ad un’alimentazione errata, può essere molto utile intervenire con le erbe ricche di fitosteroli che sono componenti essenziali delle membrane cellulari dei vegetali capaci di trattenere il colesterolo nel lume intestinale e impedirne l’assorbimento per questo alcune piante sono importanti per regolarizzare il colesterolo. Fitosteroli e niacina, sostanze anticolesterolo sono contenute sopratutto nei cereali integrali qundi sopratutto nella crusca. L’Avena decorticata è il cereale anticolesterolo per eccellenza, ottimi sono anche l’orzo integrale, grano saraceno, quinoa, amaranto.
I fitosteroli sono presenti nella frutta secca, legumi, semi, cereali, frutta fresca, verdura.
Noci contengo acidi grassi omega3, e fitosteroli, salutari sono anche nocciole e mandorle.
Verdura, frutta – sono ricche pectina (fibre solubili) anticolesterolo,i più ricchi sono: banane, pere, mela cotogna, ribes, mele.
Carciofo – contiene statina, che permette di bloccare il colesterolo, contiene anche flavonoidi e acidi fenolici utili per abbassare il colesterolo.
Cardo mariano – contiene grassi polinsaturi, vitamine K, E, fitosterol, ed è anche un ottimo rimedio per depurare il sangue perchè contiene silimarina, che svolge un’azione epatoprotettivva e antiossidante. Antiossidanti,vit,E,vit.C,e betacarotene -svolgono la funzione di antiossidanti e aiutano a contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi che si formano nell’organismo per colpa dell’inquinamento ambientale, del fumo. Gli alimenti con più contenuto di betacarotene sono: carote fresche, prezzemolo, cavolo, spinaci, zucca, cicoria, albicocche, melone. Alimenti ricchi di vit,C: arance, limoni, kiwi, finocchi, broccoli, cavoli. Alimenti ricchi di vit.E: olio di oliva, olio di germe di grano, olio di girasole, olio di mais, riso integrale. Aglio utilizzato sotto forma di olio essenziale o di estratto secco, è un ottimo rimedio in caso di ipercolesterolemia, previene l’ateriosclerosi, ipertensione. Usato già ai tempi dei Sumeri, l’aglio è un antiaggregante piastrinico e fibrinolitico (tipo l’Aspirina). Riso rosso fermentato ,o monascus purpureus -serve per controllare i livelli del colesterolo perchè inibisce la produzione di un enzima HMG-CoA -reduttasi . Viene utilizzato come integratore,ma è sconsigliato ai pazienti che assumono già farmaci ipolipemizzanti. Gaigua -pianta del sud America usata da secoli dai peruviani per combattere l’ipercolesterolemia, riduce i livelli di LDL e aumenta i livelli di HDL. Chitosano -è un polimero ricavato dalla chitina,sostanza estratta dai crostacei,a contatto con l’acqua si rigonfia moltissimo diminuendo l’assorbimento dei grassi del 30%,è indicato per contrastare l’ipercolesterolemia sia nelle diete per la riduzione del peso ponderale. Iperico -combatte il colesterolo alto dovuto allo sterss e tensioni che creano crisi d’ansia ,è un antidepressivo naturale che va preso a gocce. Withania -regola il ritmo del sonno quando l’aumento del colesterolo si associa a una sensazione di stanchezza e insonnia.

Ortica -quando l’aumento del colesterolo è associato a disturbi circolatori e ridenzione,la pianta ideale è l’ortica.
Tè verde -è un antiossidante,contiene flavonoidi;ha un effetto ipotensivo,fornisce una protezione cardiovascolare,riduce il colesterolo e i grassi totali.
Vino rosso – contiene polifenoli,sostanza antiossidante nei riguardi delle lipoproteine LDL e quindi protettivo nella formazione di placche aterosclerostoche ,salvo diversa indicazione se ne può bere mezzo bicchiere a pasto.
Olea europea – il gemmoderivato dell’ulivo,ha proprietà ipotensiva antisclerotica e svolge un’azione ipocolesterolemizzante;è utile in caso di pressione arteriosa alta,colesterolo,trigliceridi .
Omega 3-6- servono per abbassare il colesterolo e a diminuire la formazione di coaguli nel sangue,per ridurre il rischio di malattie cardiache,la pressione sanguigna e nel trattamento dell’aterisclerosi. Gli omega 3 sono estrattiiii dall’olio di lino,ricco di acido linoleico e alfa linoleico.
Gli omega 6 sono ottenuti dall’olio di pesce che contiene due acidi grassi a catena lunga,sono utilizzati nell’ipertensione,colesterolo,trigliceridi,trombosi,per prevenire l’infarto,hanno un effetto anticoagulante.
Zenzero-può ridurre il colesterolo stimolando la conversione del colesterolo in acidi biliari, e aumentare l’escrezione della bile.Lo zenzero si può utilizzare come spezia,come tintura madre o preparato come un tè,immergendo lo zenzero fresco in acqua bollente.
Pepe di Caienna – aiuta ad abbassare il colesterolo,normalizza la pressione ,induce il corpo ad espellere i grassi con le feci.
Prugnolo -riduce le beta lipoproteine,abbassa il colesterolo e i trigliceridi.
Gemme di rosmarino -riattivano fegato e vie biliari accelerano il metabolismo
La curcumina (che si trova nelle spezie del curry) abbassa efficacemente il colesterolo così come fanno molte altre sostanze.

Farmaci per ridurre il colesterolo

Il colesterolo è una molecola lipidica sterolica prodotta dal fegato,il colesterolo è essenziale all’organismo ma un livello elevato è preoccupante perchè l’accumulo nelle arterie provoca l’indurimento dei vasi,l’atereosclerosi,e aumenta i rischi cardiovascolari. Ogni farmaco o rimedio naturale va preso accompagnandolo ad uno stile di vita equilibrato e salutare che includa una dieta bilanciata,esrcizio fisico,un peso moderato; il solo stile di vita può farci raggiungere risultati insperati.
STATINE -atorvastatina, lovastatina , pravastatina , simvastatina – questi farmaci sono utili per abbassare il colesterolo alto e aumentare la sintesi del colesterolo buono HDL.
Scientificamente le statine sono chiamate inibitori dell’HMG-CoA reduttasi (la sostanza che produce colesterolo nel fegato). Le statine possono essere utilizzate nel trattamento di: ipercolesterolemia primaria-presenza di un alto livello di colesterolo nel sangue-,spessocausato da una dieta ricca di grassi ed una scarsa attività fisica. Ipercolesterolemia familiare – alto livello di colesterolo nel sangue attrituito a una malattia ereditaria dove la mancanza del recettore per le LDL causa l’accumulo del colesterolo cattivo.Normalmente le statine sono ben tollerate,i possibili effetti collaterali possono essere sofferenza ai muscoli delle braccia e delle gambe paragonabili all’indolenzimento provocato dall’influenza,sono controindicate in caso di disfunzioni e patologie a carico del fegato,disordini gastroenterici.
FIBRATI – espletano la loro attività ipolipidemizzante agendo a diversi livelli,sono utili nella riduzione del colesterolo ma sopratutto per normalizzare i livelli dei trigliceridi. Se assunti da soli di solito i fibrati sono ben tollerati,possono dare lievi disagi gastroenterici.
EZETIMIBE – sono sostanze attive a livello intestinale dove riducono l’assorbimento del colesterolo e dei fitosteroli associati senza però interferire con quello delle vitamine liposolibili.Di norma gli effetti collaterali si limitano a mal di testa e diarrea.
RESINE sequestranti gli acidi biliari – le resine agiscono legando a sè gli acidi biliari portati nell’intestino attraverso la bile prodotta dal fegato e concentrata dalla cistifellea. Così facendo ne impediscono il riassorbimento aumentandone l’escrezione fecale.
NIACINA- conosciuta anche come acido nicotinico – se viene utilizzata ad alte dosi aiuta ad abbassare i livelli ematici di colesterolo LDL alzando i livelli HDL ,riduce anche i trigliceridi.Tra gli effetti collaterali più fastidiosi ci sono: prurito,mal di testa,arrossamento cutaneo a livello del viso e collo,problemi gastrointestinali,capogiri.L’acido nicotinico è sconsigliato ai diabetici perchè può aumentare i livelli ematici di glucosio,è controindicato in gravidanza.